Notizie | Mercoledì, 05 Luglio 2017

Bonus casa 2017: Le agevolazioni in scadenza

Siete in procinto di comprare casa o fare dei lavori nella vostra abitazione?

 Il Sole 24 Ore ci ricorda che alcuni bonus scadranno a dicembre 2017. Non per tutti è previsto un rinnovo.

Ecobonus al 65% sui lavori di riqualificazione energetica. Per le singole abitazioni, salvo nuove proroghe, a gennaio 2018 tornerà in vigore l’agevolazione del 36%. La misura resterà valida, fino al 2021, per gli interventi di riqualificazione energetica sulle parti comuni del condominio. In questi casi il bonus potrebbe arrivare al 75% sugli interventi di natura più complessa.

Agevolazioni per lavori in casa o condominio. Nel 2016 questo bonus è stato richiesto per 1,4 milioni di ristrutturazioni, ed è tra i più utilizzati anche nel 2017. Questa misura vi permette di recuperare il 50% delle spese sostenute, fino a un tetto massimo di 96 mila euro. In assenza di proroghe lo sconto tornerà al 36% con un tetto di spesa di 48 mila euro.

Bonus mobili. Si tratta di una detrazione Irpef, del 50%, per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici, finalizzati all’arredo di un immobile oggetto di ristrutturazione. Nel caso degli elettrodomestici è valido solo per prodotti di classe minima A+ (A per i forni).

Futuro difficile per le agevolazioni sull’acquisto. A rischio i bonus per chi compra abitazioni ad alta efficienza energetica (una deduzione del 20% su 8 anni) e la detrazione del 50% dell’Iva pagata per l’acquisto di case dal costruttore. Improbabile il rinnovo nel 2018

Cedolare secca al 10% per affitti a canone concordato. Senza nuove proroghe, era stata introdotta nel Decreto Casa del 2014, si tornerà a pagare l’aliquota del 15%.